Natale in linea con la Costituzione

 

modenabimbi.it

modenabimbi.it

Un caminetto acceso, un albero che scintilla, le timide luci di un presepe suggestivo in una casa che, vestita a festa, accoglie e si prepara a brindare al nuovo anno. Chissà se qualcuno riesce ad immaginare un Natale diverso! Lo attendiamo tutti cercando di dipingerlo con i colori più caldi, con i sorrisi più teneri, con il cuore gonfio di gioia e generosità. Perché a Natale ci sentiamo tutti più buoni, più attenti a chi è solo, sventurato e abbandonato. Ci sentiamo grandi se abbiamo l’opportunità di porgere un “sacchettino” a chi lo accetta con gratitudine, ci sentiamo in linea con il nostro spirito di autentico cristiano se facciamo spazio a colui che non ha niente, né un caminetto acceso, né un albero scintillante, né un angolo di gioia nel suo cuore. E’ questo che mi fa guardare al Natale con immensa tristezza. Il Natale arriva per rivolgere un pensiero a chi è privo di casa, di famiglia, di lavoro o di salute.

Ma questo non è un Paese democratico fondato sul lavoro? Non è il Paese dove tutti sono uguali? Forse lo sono e non se ne accorgono. Gli italiani possono sentirsi soddisfatti dalla lettura dei principi fondamentali della Costituzione. Siamo in linea con lo spirito della nostra Costituzione. Sono riconosciuti e concretamente garantiti i “diritti inviolabili dell’uomo”, tutti hanno pari dignità sociale ed ogni ostacolo che limiti di fatto “la libertà e l’eguaglianza dei cittadini”, o impedisca “il pieno sviluppo della persona umana”, viene tempestivamente rimosso.  Il nostro è il “bel Paese” dove tutti possono essere orgogliosi di essere in linea con i sani principi costituzionali, oltreché aderenti allo spirito di fede cristiana e di apertura verso gli altri. Natale diventa un’occasione per esprimere tutta la nostra bontà.  O no?

Annunci